Via Domitiana, 2011 d. C.

Standard

In un interessante pezzo su il Post di oggi, Luca Molinari racconta il destino della via Domitiana in età contemporanea.

Sembra un fotomontaggio quello proposto da Giovanni Izzo, invece è esattamente il paesaggio che l’architetto Beniamino Servino ha individuato lungo la litoranea casertana, area fortemente (e sconsideratamente) urbanizzata nell’ultimo cinquantennio.

Probabilmente non è un abuso, e quel frammento di strada sopravvissuto ad Alarico ed ampliata nel Medioevo non poteva che essere circondata in questo modo, piuttosto che essere smantellata nella notte.”

Può darsi. A me ricorda tanto un villaggio Hobbit.

L’articolo integrale è qui.

 

Vota questo blog per l’ENEL BLOGGER AWARD 2012

Annunci

»

  1. Segnalo il commento su FB di Zaira Maschio:

    questo posto mi è molto familiare… una parte l’ho scavata io. Una di quelle esperienze che ti fa venir voglia di mollare tutto!!! Sarà stato il 2007/2008… la soprintendenza per cercare di ripristinare un minmo di distanza dalla strada disponeva di abbattere i muretti dei giardini delle villette e le scale esterne, di portare via gli alberi delle case già abitate… perchè mentre era in corso lo scavo archeologico… mentre continuavano a costruire i palazzi… qualche famiglia già viveva in quel losco residence. Noi archeologi (eravamo in due) abbiamo lavorato tra le minacce, abbiamo vissuto esperienze che ad un archeologo difficilmente potrebbero venire in mente come trovare le fogne moderne sotto i basoli, sollevati e riposizionati ad arte! Poi bloccarono tutto, furono posti i sigilli… non so come si sia conclusa la vicenda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...