Invasioni digitali a Roma

Standard

Nel lungo ponte del 25 aprile l’Italia sarà solcata in lungo e in largo dalle “invasioni digitali”, il progetto ideato dal salernitano Fabrizio Todisco e sviluppato in collaborazione con la Rete di travel blogger italiani di #iofacciorete, Officina turistica, Instagramers italia e l’Associazione nazionale piccoli musei.
Si tratta di una rete di eventi organizzati presso luoghi d’arte e cultura in tutta la penisola con l’obiettivo di diffondere la cultura dell’utilizzo di internet e dei social media per la promozione e diffusione del nostro patrimonio culturale.

LE INVASIONI ROMANE
Anche Roma sarà “invasa” da visite organizzate spontaneamente dagli attivisti “invasori”: dopo gli eventi già organizzati presso Ara Pacis, Casina delle Civette, Parco degli Acquedotti  e i tour di Roma Medievale e di alcune gallerie d’arte, nei prossimi giorni sarà possibile aderire gratuitamente ad una serie di incontri, con la possibilità di visitare siti di grande valore storico e artistico.
Si parte con gli appuntamenti del 26 aprile presso Santa Maria della Vittoria, la chiesa seicentesca di via XX Settembre ove si conserva l’Estasi di santa Teresa d’Avila di Gian Lorenzo Bernini e che è inoltre sede di un’antica erboristeria (alle ore 16); il Museo di Roma in Trastevere con le sue collezioni di dipinti, stampe e disegni che tratteggiano la storia della Roma popolare dal Settecento al Novecento e la “Stanza di Trilussa”, in cui sono esposti gli oggetti appartenuti al poeta (dalle ore 16 alle 19); il Museo della Centrale Montemartini in via Ostiense, ex centrale elettrica termoelettrica attiva nel secolo scorso allestita con statue, mosaici e reperti dell’epoca romana (dalle ore 16 alle 18). Il 27 aprile sarà poi la volta del Museo Nazionale Preistorico Etnografico Luigi Pigorini all’EUR in cui sono esposti reperti archeologici del Lazio preistorico e, nella sezione etnografica, i materiali che documentano le culture di tutti i continenti del mondo (dalle ore 15.30), mentre il 28 aprile avrà luogo il Tour alla scoperta di Caravaggio tra le chiese di San Luigi dei Francesi, Santa Maria del Popolo e Sant’Agostino.

LE REGOLE PER INVADERE
Diventare invasori digitali è semplicissimo, basta individuare l’evento cui si vuole prender parte consultando il calendario in continuo aggiornamento sul sito http://www.invasionidigitali.it/ e portare con sé durante la visita il proprio smartphone, il tablet o una videocamera. Ogni invasione prevede un appuntamento in un orario concordato presso un museo o luogo d’arte aderente all’iniziativa cui seguirà la  visita, che dovrà essere raccontata attraverso i contenuti digitali realizzati nel corso della stessa e poi condivisi in rete. Si può, ad esempio, fare “check-in” nel luogo dell’evento attraverso Foursquare e lasciare il proprio commento, scattare fotografie da condividere su Instagram e su Pinterest, descrivere su Facebook e Twitter in diretta la propria esperienza utilizzando l’hashtag #invasionidigitali.
I video dei tour possono invece essere inviati all’indirizzo video@invasionidigitali.it e il comitato organizzatore si occuperà di organizzarli e condividerli attraverso la rete.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...