Il forte romano di Ravenglass (Glannaventa)

Standard

Gli archeologi inglesi esploreranno i resti di una base navale romana a Ravenglass in Cumbria nella speranza di identificare un insediamento civile risalente a più di 1.800 anni fa.
Il forte, situato ai margini di una scogliera scoscesa con vista sul fiume Esk e spesso indicato come Glannaventa, fu costruito per proteggere il Nord Ovest da un’invasione indigena proveniente dalle coste dell’attuale Irlanda e fu occupato dal 120 d. C. fino al IV secolo.
Si ritiene che alcune parti della fortezza e dell’insediamento vicino siano stati riutilizzati per costruire il villaggio di Ravenglass e il primo nucleo del Muncaster Castle.

Nel corso dei secoli le evidenze archeologiche sono state danneggiate dalla costruzione di una ferrovia e dall’erosione della costiera all’estremità occidentale: tutto ciò che rimane oggi è un terrapieno ricoperto da alberi e arbusti eccezion fatta per le mura delle terme del forte, conosciute anche come Walls Castle, che sopravvivono in situ forse perché riutilizzate in epoca medioevale come casa.

Spa moderna
Le rovine sono state riconosciute come romane nel 1876 e interpretate come villa: solo nel 1919 Walls Castle è stato correttamente identificato come stabilimento termale. La funzione dell’edificio era quella di fornire relax a i soldati romani e ai civili che vivevano nella colonia all’esterno della fortezza, alla stregua di una spa moderna utilizzata anche per il nuoto e vari sport. Nel corso degli anni gli scavi nel sito hanno restituito reperti come frammenti di terra sigillata di un mortarium (un vaso cucina simile ad un mortaio), vetro fuso, ossa, tegole e mattoni .
Ma ancora molto poco si sa sulla storia del sito.

‘Lasciare un’eredità’
A breve partirà dunque un progetto che coinvolgerà il Lake District National Park e la comunità locale per riscoprire la storia del luogo e individuare le prove dell’esistenza dell’antico insediamento e l’estensione, con i sondaggi e gli scavi effettuati sul terreno destinato al pascolo.

Il progetto è davvero importante” – afferma Holly Beavitt-Pike, responsabile per l’archeologia e il patrimonio nel distretto. “Da tempo la gente desidera scoprire la storia dell’area e la sua relazione con il Vallo di Adriano. La costa occidentale è spesso sottovalutata dai flussi turistici, che speriamo così di attirare, ma vogliamo anche lasciare quanto scoperto lasciare in eredità in modo che le persone in futuro conoscano la storia del sito: è un patrimonio di tutta la comunità e ci auguriamo che gli scavi incoraggino le popolazioni locali a mettersi in gioco

Il progetto triennale, che ha ricevuto £ 125.000 di finanziamento da Heritage Lottery Fund Copeland Community Fund e Lake District National Park Authority, avrà inizio nel mese di settembre.

glannaventa

Rovine delle terme romane di Glannaventa

muncaster_castle

Muncaster Castle

ravenglass

Veduta di Ravenglass

ravenglass

Ravenglass

ravenglass_cumbria

Liberamente tradotto da Ravenglass Roman fort: Project t unearth civilian settlement

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...